Attività

Spazio Brahms – Accademie di arte e cultura musicale – Alghero 20-22 febbraio 2014

La quarta edizione di “Spazio Brahms” di Alghero presenta nel suo concerto di inaugurazione la Kreisleriana op. 16 di Robert Schumann, il ciclo di otto fantasie per pianoforte composto nel 1838 e considerato il più preciso autoritratto musicale del maestro sassone.

La Kreisleriana è un’opera che si ispira al maestro di cappella Johannes Kreisler, personaggio creato da E.T.A. Hoffmann per le sue novelle (1813).

I cicli pianistici schumanniani, e Kreisleriana in particolare, gettano la luce vivificante del genio musicale su quelle pagine che attraverso la musica sono protese in un soffertissimo slancio d’amore, svelando prodigiosamente al nostro intelletto gli arcani percorsi dello spirito sui quali le sole parole non saprebbero condurci.

I brani di Kreisleriana sono caratterizzati da forti contrasti presenti nel linguaggio musicale adoperato di proposito da Schumann.

Contrasti che non possono non far pensare alle due figure di Florestano e Eusebio, inventate da Schumann per esprimere criticamente (autocriticamente) la sua profonda concezione musicale. Il primo, emblema della natura fantastica e visionaria, e il secondo, di quella contemplativa e sognante, guardano gli uomini e le opere cercando di non limitarsi all’aspetto passeggero delle realtà musicali – Kreisleriana vuol dire “le cose musicali di Kreisler” – ma inseguendo sempre il dettaglio più prezioso e incisivo per creare quel mondo poetico così indispensabile ai veri musicisti, compositori e interpreti, che impedisca loro di essere superficiali e solo virtuosi.

È questo lo sforzo ambizioso che sin dalla prima edizione rende “Spazio Brahms” un’occasione di interpretazioni musicali legate a riflessioni culturali utili a indurci verso la ricerca costante del dettaglio musicale, il solo che può permetterci di penetrare davvero il senso specifico delle opere ascoltate.

A questa premessa di ordine culturale vogliamo aggiungere ora alcune singolarità dei programmi e degli interpreti voluti dall’Archivio musicale dell’Angelo per la quarta edizione di “Spazio Brahms”.

Una prima singolarità è data innanzitutto dalla presenza di mons Franco Buzzi, prefetto della Biblioteca Ambrosiana di Milano, che ha accolto l’invito dell’Archivio musicale dell’Angelo di presentare la Prima Accademia imperniata sul ciclo dei Marienlieder di Johannes Brahms.

La seconda particolarità è costituita dall’intervento della violinista polacca Agnieszka Marucha, chiamata a interpretare nella Cattedrale Santa Maria la straordinaria Passacaglia per violino solo di Heinrich Ignaz von Biber, nota anche come XVI Sonata dell’opera Die Rosenkranz-Sonaten o “Sonata dell’Angelo custode”. Questo inserimento strumentale in un programma tutto polifonico vocale intende essere una eco “mariana” dei canti a Maria eseguiti il giorno prima alla Chiesa del Carmelo.

La terza singolarità è data nell’apporto musicale del compositore di Sassari Stefano Garau, che ha predisposto una particolare “coloratura” strumentale per alcune composizioni corali di Brahms e di don Allori. I brani del sacerdote iglesiente, oltre a costituire una degna presenza musicale “regionale” nell’ambito dello “Spazio Brahms”, rappresentano anche un preciso orientamento artistico-spirituale verso il canto inteso come preghiera musicale.

E infine, come premesso all’inizio, l’esecuzione della Kreisleriana da parte del pianista Antonio Luigi La Spina di Alghero, che con quest’opera ha conseguito recentemente il diploma in pianoforte e elaborato la sua tesi di fine triennio.

La presenza di coristi provenienti da Milano, Sassari e Iglesias, a formare un unico coro con la Schola cantorum “Pietro Allori” di Alghero, completa lo scenario di una partecipazione e una adesione convinta ai fini intendimenti artistici, culturali e spirituali di questi tre giorni musicali algheresi.

Annunci

Discussione

I commenti sono chiusi.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Privacy e cookies – Informativa per i lettori

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma di blogging WordPress.com.
Utilizzando questa piattaforma, gli amministratori, i redattori e gli utenti visitatori sono soggetti alle condizioni espresse dai Termini di Servizio e alla Privacy Policy di Automattic, ciascuno per la sua parte.

La piattaforma fa uso di cookies erogati per fini statistici e di miglioramento del servizio.
I dati raccolti sono visibili solo in forma anonima e aggregata secondo quanto stabilito da WordPress.com, e non si ha accesso ai dettagli specifici di accesso (IP di provenienza, o altro) dei visitatori.

Proseguendo nella navigazione sul sito si acconsente all'utilizzo dei cookies.

Per maggiore approfondimento, per dettagli sui cookies o per bloccarne l'installazione, prendere visione della Informativa sulla privacy e sull'utilizzo dei cookies.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: