Archivum Musicae, Coristi dell'Angelo, Coro dell'Università Cattolica di Milano

Arte e preghiera nella missione sacerdotale di mons. Giovanni Mercandalli

È tornato alla Casa del Padre mons. Giovanni Mercandalli, venerdì 5 ottobre 2018. Nella sua vita di parroco della basilica di San Marco a Milano – 31 anni – ha testimoniato soprattutto un profondissimo amore per la liturgia celebrata con quel sentimento di bellezza che solo le vere espressioni artistiche possono contenere. Era questa la via che prediligeva: la via pulchritudinis che più di altre conduce l’uomo d’oggi a Dio. La via che ci permette di provare intime emozioni, senso di gioia, di percepire qualcosa di più grande, qualcosa che riesce a toccare il nostro cuore, comunicare un messaggio ed elevare l’animo.

Don Giovanni ha amato soprattutto la musica. Tutta la “bella” musica, sia vocale sia strumentale: antica, barocca, classica, contemporanea. Con papa Benedetto XVI condivideva pienamente il concetto di artisticità di un’opera musicale, quando essa “è capace di esprimere e rendere visibile il bisogno dell’uomo di andare oltre ciò che si vede, manifesta la sete e la ricerca dell’infinito. Anzi, è come una porta aperta verso l’infinito, verso una bellezza e una verità che vanno al di là del quotidiano. E un’opera d’arte può aprire gli occhi della mente e del cuore, sospingendoci verso l’alto”. (Benedetto XVI)

Prendendo la parola al termine delle esequie di padre Vittorino Joannes – suo amico – citò proprio la testimonianza data dal padre francescano di Rezzato nel perseguire incessantemente la via pulchritudinis così come la intende papa Ratzinger. Riferì che durante le domeniche di Quaresima, al pomeriggio, nella basilica di San Marco di Milano, quadri d’autore presenti nella stessa chiesa e polifonie vocali e strumentali venivano commentati con semplici ma dottissime parole da padre Vittorino incantando un uditorio molto numeroso e attentissimo.

Ho incontrato don Giovanni tante volte nei tanti anni trascorsi in Sant’Ambrogio (2005 – 2017). E ogni incontro per me è stato uno sprone a percorrere questa “via” nella quale don Giovanni credeva con la più alta convinzione. È stato sempre presente ai concerti del Coro dell’Università Cattolica, spesso eseguiti in basilica. E nei giorni successivi, quando ci incontravamo, mi dava un suo commento, sempre sincero, competente e profondo.

Uno dei brani che lo commuoveva ogni volta sino alle lacrime era il Caligaverunt di Tomás Luis de Victoria, compositore spagnolo del XVI secolo. Mi confidava che in quella polifonia c’era per lui condensato, in una bellezza inimitabile, tutto il mistero cristiano: la Passione e la Risurrezione di Cristo.

L’ultima volta che il Coro dell’Università Cattolica ha eseguito il Caligaverunt è stato durante uno dei tradizionali venerdì di Quaresima in Sant’Ambrogio nel 2014

Prima di quella esecuzione invitai don Giovanni a introdurre proprio questo brano, cosa che fece con la capacità introspettiva e teologica che ha sempre contraddistinto tutta la sua vita.

Arrivederci don Giovanni!

Annunci

Discussione

I commenti sono chiusi.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Privacy e cookies – Informativa per i lettori

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma di blogging WordPress.com.
Utilizzando questa piattaforma, gli amministratori, i redattori e gli utenti visitatori sono soggetti alle condizioni espresse dai Termini di Servizio e alla Privacy Policy di Automattic, ciascuno per la sua parte.

La piattaforma fa uso di cookies erogati per fini statistici e di miglioramento del servizio.
I dati raccolti sono visibili solo in forma anonima e aggregata secondo quanto stabilito da WordPress.com, e non si ha accesso ai dettagli specifici di accesso (IP di provenienza, o altro) dei visitatori.

Proseguendo nella navigazione sul sito si acconsente all'utilizzo dei cookies.

Per maggiore approfondimento, per dettagli sui cookies o per bloccarne l'installazione, prendere visione della Informativa sulla privacy e sull'utilizzo dei cookies.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: