Archivum Musicae, Note d'Archivio

UN RICORDO RIVERENTE E AFFETTUOSO

Ho incontrato il prof. Agostino Fusconi un’ultima volta il 6 ottobre del 2016 nella Sala delle Accademie della Biblioteca Ambrosiana di Milano, in occasione della presentazione delle nuove edizioni di alcune pagine gregoriane stampate al torchio dall’editore Tallone.

Il prof. Fusconi, la prof.ssa Castelli e Angelo Rosso nel Coro ligneo di S. Ambrogio dopo il concerto del 22 novembre 2007 nella Basilica di S. Ambrogio di Milano

Vero estimatore e amico della musica, e grazie a lui, in qualità di presidente dell’I.S.U., se l’Università Cattolica può vantare eccellenti strumenti in uso per le attività musicali dell’ateneo di Largo Gemelli: il Truhenorgel Oberlinger (1983), il pianoforte Bӧsendorfer, l’organo Oberlinger a 2 manuali e pedaliera dell’Aula magna (2003), il clavicembalo (copia Christian Vater del 1738).

Era sempre presente, insieme alla moglie Cristina Castelli, docente di psicologia presso l’Università Cattolica, a tutti i momenti culturali promossi dall’ateneo di largo Gemelli e seguiva con assiduità i concerti del Coro dell’Università Cattolica da me diretto.

Al termine di ogni esecuzione veniva a complimentarsi con il Coro, e talvolta, con la schiettezza che lo ha sempre contraddistinto, non faceva mancare qualche suo appunto sul programma, se troppo impegnativo, o sulla presentazione del concerto, se lunga e letta dall’ambone dell’Aula magna o della basilica di S. Ambrogio – i due spazi artistici prediletti per le esecuzioni dal Coro.

Le presentazioni – diceva – devono essere dettate a braccio, con eloquio più diretto per coinvolgere maggiormente il pubblico. Da economista insigne, riteneva che la comunicazione di eventi culturali e artistici fosse un aspetto fondamentale nel ciclo produttivo dei beni culturali e dello spettacolo.

Non mancò di complimentarsi, con la sua consueta bonaria ironia tipicamente romagnola, per l’attività musicale che intrapresi con l’Archivio musicale dell’Angelo di Milano, dopo la collaborazione artistico-culturale da me offerta all’Università Cattolica per quarant’anni, facendomi presente che tutto questo era potuto accadere grazie alla determinazione e alla volontà di uomini come il prof. Francesco Realmonte, che fu presidente dell’I.S.U. negli anni ‘80, e del dott. Dino Barbavara, che ne fu per tanti anni il direttore.

Sul piano dell’amicizia personale poi, la Sardegna, mia terra d’origine e meta di elezione delle vacanze del prof. Fusconi e della sua famiglia, ci ha consentito di condividere momenti conviviali davvero irripetibili per la loro squisita cordialità, in località particolari, solitamente nel giorno della festa di sant’Agostino (28 agosto). A questo grande santo era particolarmente legato sia per il nome che egli stesso portava, sia per il fascino del suo pensiero. Aspetto, questo, che lo spinse a promuovere in Università Cattolica “Letture su Sant’Agostino”, momenti culturali aperti alla citta, con la partecipazione di attori come Gerard Depardieu e studiosi di chiara fama.

Grazie Professore: la sua costruttiva e illuminante presenza ha fatto la differenza nelle esperienze universitarie in Cattolica più significative per me e per moltissimi altri.

Angelo Rosso

***

Lorenzo Perosi, O salutaris hostia a 4 voci miste eseguito in S. Ambrogio dal Coro dell’Università Cattolica al termine del Concerto in onore di S. Cecilia 22 novembre 2007

Canto particolarmente caro al prof. Fusconi poiché il Coro lo intonava abitualmente  durante la S. Messa annuale degli “Antichi agostini” (da studente il prof. Fusconi fu ospite del Collegio “Augustinianum”) che veniva celebrata nella Basilica di S. Ambrogio o in Aula Magna nel mese di novembre.

Discussione

I commenti sono chiusi.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Privacy e cookies – Informativa per i lettori

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma di blogging WordPress.com.
Utilizzando questa piattaforma, gli amministratori, i redattori e gli utenti visitatori sono soggetti alle condizioni espresse dai Termini di Servizio e alla Privacy Policy di Automattic, ciascuno per la sua parte.

La piattaforma fa uso di cookies erogati per fini statistici e di miglioramento del servizio.
I dati raccolti sono visibili solo in forma anonima e aggregata secondo quanto stabilito da WordPress.com, e non si ha accesso ai dettagli specifici di accesso (IP di provenienza, o altro) dei visitatori.

Proseguendo nella navigazione sul sito si acconsente all'utilizzo dei cookies.

Per maggiore approfondimento, per dettagli sui cookies o per bloccarne l'installazione, prendere visione della Informativa sulla privacy e sull'utilizzo dei cookies.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: