Attività

Musica in San Domenico di Iglesias

Questa Chiesa tardo-gotica di Iglesias sorge nell’area in cui, in epoca medievale, era ubicata la chiesa della SS. Trinità menzionata nel Breve di Villa di Chiesa. La sua costruzione fu voluta dall’iglesiente Nicolò Canavera, Vescovo di Alghero. Nel 1610, un lascito di un altro cittadino illustre, Michele Fenza, rese possibile la creazione di un convento di frati domenicani, con l’impegno di impartire gratuitamente l’istruzione ai bambini poveri. La tradizione vuole che i bambini contribuirono al trasporto del materiale per la costruzione, da cui il nome di “Cresia de is picciocheddus” (Chiesa dei ragazzi).

Oggi, oltre ad essere luogo liturgico, questa chiesa è per la città di Iglesias un vero gioiello architettonico e un eccellente spazio musicale per fini esecuzioni corali e strumentali ideate dall’Associazione artistico culturale “don Allori” di Iglesias.

Oltre alle pagine di polifonia sacra di don Allori vengono proposte ogni anno, nei giorni successivi al Natale, brani organistici e chitarristici dello stesso maestro di cappella della Cattedrale e gustosi ed eleganti brani del ‘700 strumentale europeo in duo per violino e chitarra come quello qui allegato in file audio.

Christian Gottlieb Scheidler (1750-1814)

Sonata per violino e chitarra op.21 (Chiesa di S. Domenico 30 dicembre 2014)

Alessio Manca, violino; Gabriele Loriga, chitarra

Da: Il Presepio nella chiesa di san Domenico di Iglesias di Angelo Rosso
Presentazione del momento musicale in San Domenico di Iglesias (30 dicembre 2014)
[…] Si può essere certi che don Luigi Cinesu, don Giorgio Bertelli e don Pietro Allori staranno gioendo in Cielo per la presenza di un presepio “musicale” studiato e allestito per questo Natale 2014 dall’Associazione artistico culturale “Pietro Allori” di Iglesias. Questi sacerdoti hanno amato questa chiesa nella quale per anni hanno celebrato quotidianamente la Santa Messa con quell’impronta intensamente devozionale così cara alla vita liturgico-spirituale di Iglesias.
La presenza di un presepio è già di per se stesso una freschezza di vita caratterizzata da sentimenti di semplicità personali e comunitari. Nella raccolta dimensione spaziale della chiesa iglesiente, chiamata anche “cresia de is piccioccheddus” per l’apporto che, secondo alcune cronache, i ragazzi e i bambini diedero alla sua costruzione, – altre sostengono invece per l’azione pedagogica che i domenicani esercitarono per tanti anni nel suo oratorio nei confronti dei bambini più poveri – la rappresentazione “francescana” che commemora il grande mistero dell’Incarnazione di Dio ispirandosi alla musica di don Allori, il compositore tanto stimato quanto amato ad Iglesias per aver esercitato con la sua raffinata arte musicale la ministerialità di maestro di cappella per trent’anni presso la Cattedrale di Iglesias, presenta quel carattere di ascensionalità spirituale che l’atmosfera neogotica della chiesa possiede e sottende, sin dalla sua origine, già nella sua forma costruttiva.
Si sa, le chiese di Iglesias, al di là della loro compiutezza artistica, racchiudono e conservano nel tempo soprattutto le esperienze pastorali e le devozioni più spontanee del clero e di tutto il popolo iglesiente.
Ancora oggi colpisce il via vai quasi ininterrotto della gente comune a tutte le ore nelle chiese della città per chiedere l’intercessione divina nella vita quotidiana. […]

Nota a margine
L’iniziativa artistico-culturale di allestire un presepio “musicale” nella chiesa neogotica di san Domenico in Iglesias da parte dell’Associazione artistico culturale “Pietro Allori” di Iglesias in collaborazione con l’Archivio musicale dell’Angelo di Milano induce a ripensare alle belle e significative testimonianze (presenze) sacerdotali e di semplici fedeli vissute negli anni in questo sacro spazio.
Perciò sarà cosa utile e non di poco conto, provvedere ad una divulgazione capillare di questa riflessione che oltre a ricordare la bontà pastorale dei sacerdoti succitati intende constatare la continuità devozionale e spirituale dei semplici fedeli che, con la loro fedeltà alle diverse devozioni iglesienti, alimentano la vita assembleare delle numerose parrocchie della città.
La devozione verso il presepio fa parte del quel tessuto umano-spirituale, religioso, di Iglesias, di cui don Allori, con la sua musica è diventato sintesi spirituale e artistica di un intero ambiente legato inscindibilmente al senso autenticamente cristiano della vita.

Discussione

I commenti sono chiusi.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Privacy e cookies – Informativa per i lettori

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma di blogging WordPress.com.
Utilizzando questa piattaforma, gli amministratori, i redattori e gli utenti visitatori sono soggetti alle condizioni espresse dai Termini di Servizio e alla Privacy Policy di Automattic, ciascuno per la sua parte.

La piattaforma fa uso di cookies erogati per fini statistici e di miglioramento del servizio.
I dati raccolti sono visibili solo in forma anonima e aggregata secondo quanto stabilito da WordPress.com, e non si ha accesso ai dettagli specifici di accesso (IP di provenienza, o altro) dei visitatori.

Proseguendo nella navigazione sul sito si acconsente all'utilizzo dei cookies.

Per maggiore approfondimento, per dettagli sui cookies o per bloccarne l'installazione, prendere visione della Informativa sulla privacy e sull'utilizzo dei cookies.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: