Attività

Il silenzio contemplativo di Casa Allori celebra la santa patrona della musica

Anche quest’anno in occasione della festa di santa Cecilia, lunedì 22 novembre 2021, nella chiesa parrocchiale di Gonnesa e in Casa Allori si è voluto onorare, seppure in un clima di opportuna semplicità, la santa patrona della musica. Il parroco don Dionigi Sulis ha celebrato la Santa Messa resa solenne da canti accompagnati dall’organo “Gaet. Cavalli” e composti per la parrocchia di Gonnesa da don Allori. Casa Allori, come di consueto, ha adornato con gusto semplice le stanze che nel tempo sono state spazi di studio di don Allori e prima di lui di suo fratello maggiore Goffredo.

Casa Allori

Il rapporto di Casa Allori con la festa di santa Cecilia, a partire dal 1999 sino a oggi, è costellato di proposte di momenti musicali e riflessioni culturali, offerti a quei visitatori che dopo la celebrazione della messa si sono incamminati spontaneamente lungo la via Gramsci per raggiungere il civico 158 e fermarsi ad ascoltare le pagine musicali classiche di diversi compositori interpretate da giovani musicisti professionisti ed esecutori già affermati.

Prof. Giacomo Baroffio, storico della Liturgia e Mons. Franco Buzzi, Prefetto della Biblioteca Ambrosiana di Milano in casa Allori (22 novembre 2011)

Il contesto difficile in cui la festa di S. Cecilia anche quest’anno ha avuto luogo non ha consentito di offrire agli eventuali visitatori alcuna esecuzione. Eppure, in Casa Allori aleggiava ugualmente lo stesso clima artistico-culturale degli anni precedenti grazie a quell’ineffabile silenzio di contemplazione che perdura quotidianamente nelle stanze di Casa Allori; un silenzio che sin da bambino don Allori ha assimilato e interiorizzato e che ha costituito il tratto più importante del suo comporre, sacro o per semplice diletto.

Ci è gradito offrire, insieme a questa breve nota, una delle esecuzioni che negli spazi di Casa Allori si è rivelata tra le più connaturate e partecipate: La famosa Serenata di Franz Schubert, (uno dei Lieder composti dall’autore nel 1828, anno della sua morte), interpretata dal violinista Alessio Manca e dal chitarrista Gabriele Loriga (edizione di santa Cecilia 2013).

Sono sonorità pervase da un sentimento intimo e mesto – come diverse composizioni sia vocali sia strumentali di don Allori – sorrette da una melodicità dolce e notturna che rimanda a quei fruscii misteriosi del vento tra le fronde degli alberi e ai silenzi dei chiari di luna.

Una musica poetica a tratti commovente, balsamo per l’animo d’ogni uomo.

F. Schubert (1797-1828), Serenata, trascrizione per violino e chitarra (Mertz). Alessio Manca, violino – Gabriele Loriga, chitarra

In Casa Allori il violino e la chitarra iniziano a far sentire le loro voci in concerto: un intimo conforto nella luce domestica di una casa dall’arredo antico, evocante memorie di persone e ricordi d’affetto. Il suono della pioggia intensa si confonde con il timido brusio dei presenti che occupano lo spazio raccolto delle prime tre stanze. Proprio in quelle stanze don Pietro Allori e il suo fratello maggiore Goffredo hanno coltivato pazientemente i loro talenti musicali: quello compositivo il primo, quello violinistico il secondo.

I due giovani maestri di Alghero, Alessio Manca e Gabriele Loriga, diplomati presso il Conservatorio di Sassari, stanno eseguendo con convinta sicurezza pagine di Antonio Vivaldi, Franz Schubert e di don Allori.

(22 novembre 2013)

Discussione

I commenti sono chiusi.

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Privacy e cookies – Informativa per i lettori

Questo sito web è ospitato sulla piattaforma di blogging WordPress.com.
Utilizzando questa piattaforma, gli amministratori, i redattori e gli utenti visitatori sono soggetti alle condizioni espresse dai Termini di Servizio e alla Privacy Policy di Automattic, ciascuno per la sua parte.

La piattaforma fa uso di cookies erogati per fini statistici e di miglioramento del servizio.
I dati raccolti sono visibili solo in forma anonima e aggregata secondo quanto stabilito da WordPress.com, e non si ha accesso ai dettagli specifici di accesso (IP di provenienza, o altro) dei visitatori.

Proseguendo nella navigazione sul sito si acconsente all'utilizzo dei cookies.

Per maggiore approfondimento, per dettagli sui cookies o per bloccarne l'installazione, prendere visione della Informativa sulla privacy e sull'utilizzo dei cookies.

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: